Composizione dell’immagine fotografica (le basi): costruirla in modo corretto anche per i social network

· | For Dummies

Costruire una corretta foto di successo per i Social Network equivale a costruire una corretta composizione dell’immagine fotografica. Oggi giorno sembra semplice, ci sentiamo un po’ tutti fotografi grazie a smartphone ed App miracolose che rendono piacevole anche la foto peggio costruita, però poi ci domandiamo come mai non arrivano Like o condivisioni.

Chi mi conosce lo sa bene, chi invece sta scoprendo ora chi sono, è bene che sappia che sono una paladina del #VisualContent perché grazie al linguaggio visivo, si può comunicare internazionalmente, superando le barriere della lingua.

Così come per la bella scrittura intesa come corretta grammatica, anche per la parte visiva ci sono delle regole che andrebbero seguite. Solo che sbagliare una regola nella costruzione di un’immagine non sortisce altrettanto scalpore quanto un “hanno” senza h o un congiuntivo sbagliato.

La gente scatta fotografie per ogni sorta di motivo. Appunti di viaggio, ricordi di vacanze, famiglia, amici, oggetti o luoghi. Creare foto che possano fermare momenti della vita è della storia di ognuno di noi per poi riproporli come ricordi. Ecco questa è la fotografia fino a un pochi anni fa. Poi coi Social network tutto rimane invariato, solo con l’aggiunta della condivisione ad ampio spettro.

Le regole base della fotografia se opportunamente seguite e unite ai consigli interessanti di Nicola Carmignani su come creare una foto di successo per Instagram potrebbero contribuire all’aumento dello share.

Le regole fondamentali per avere successo sui social, con la fotografica

1. Tenete sempre a mente le regole base della fotografia
2. Osservare luci, ombre, linee e prospettiva
3. Utilizzate la fotocamera principale in HDR per avere la massima qualità
4. Ricercate un vostro stile
5. Lavorate con le app
6. Osservate la quotidianità
7. Create una Didascalia curata
8. Studiate l’hashtag ideale
9. Create interazione intorno a voi.

Però oggi io vi spiegherò solo il punto 1, nello specifico la composizione dell’immagine, quello che davvero può fare la differenza tra una bella foto ed una foto memorabile.

I principi fondamentali per una corretta composizione dell’immagine fotografica: regole base della fotografia (e non  solo)

I principi fondamentali della composizone sono:

1. Cosa trasmettere

2. Peso

3. Equilibrio

4. Ritmo

5. Simmetria

6. Movimento

7. Inquadratura

8. Piani

9. Proporzione

1. Cosa trasmettere

Primissima cosa da fare è quella di definire cosa vogliamo trasmettere. Documentare, emozionare, rappresentare le emozioni di un avvenimento?
Deciso cosa, si definisce il come.

2. Il peso

È la capacità di attirare l’attenzione di chi guarda verso un punto preciso dell’immagine. Determinato da differenti fattori: colore, dimensione e posizionamento di un elemento nella composizione stessa.

3. L’equilibrio

Il giusto equilibrio si ha quando gli elementi sono tra loro percettibilmente bilanciati, vale a dire si compensano a vicenda per forma, colore e dimensione.

4. Il Ritmo

Si crea con la successione a intervalli regolari del modulo (motivo). Può essere lineare, alternato, crescente o decrescente. In una composizione il ritmo può essere dato anche dal colore.

5. La simmetria

È la metà della mela, identica nella forma e nel colore e può essere:

  • Bilaterale, quando gli elementi si dispongono specularmente rispetto all’asse.
  • Lineare, ovvero dato un motivo questo viene spostato in ripetizione secondo una retta immaginaria, come greche o fregi.
  • Centrale, quando è basata sul principio della rotazione, con gli elementi che si dispongono simmetricamente rispetto al punto centrale.

6. Movimento

Un’immagine potendo essere solo statica deve acquisire il senso del movimento in modo virtuale, grazie a un fenomeno illusorio.

7. Inquadratura

È tutto, o quasi. Ne esistono vari tipi:

  • Campo lunghissimo o lungo per paesaggi molto vasti o panoramiche viste da lontano.
  • Campo medio per inquadrature con figure, con sfondo o ambientate, che occupano circa la metà del quadro.

8. I piani

Ovvero lo spazio visuale colto dall’obiettivo con riferimento alla figura umana e sono:

  • Figura intera, presenta per intero la figura della persona.
  • Piano americano, quando la figura è tagliata ad altezza della cintura.
  • Primo piano oggi più comunemente selfie, mostra volto + spalle.
  • Primissimo piano si mostra solo il volto.
  • Dettaglio anche detto close up, ovvero la visione di una parte del viso, come occhi, bocca.

9. La proporzione

La proporzione è uno strumento utile, utilizzato da pittori, fotografi e pubblicitari per creare layout armonici.

Questa proporzione è calcolabile con differenti metodi:

  1. La Sezione Aurea
    I progetti di grafica basati su proporzioni auree sono particolarmente appaganti per l’occhio.
    Questa può essere in natura, costruita geometricamente o matematicamente.

    • La proporzione aurea in natura: la proporzione ci arriva dagli antichi ed è costituita da 8:13, per ottenere infallibilmente proporzioni visive esteticamente attraenti. La possiamo ritrovare nella conchiglia del Nautilo, nei semi di girasole, negli alveari e nei delfini.
    • La proporzione aurea costruita geometricamente: Il disegno della sezione aurea con squadra e compasso ne sfrutta le proporzioni e pone minor enfasi sull’esattezza delle misure.
    • La proporzione aurea costruita matematicamente: si traccia una linea (A) e la si divide in base al rapporto 8:13 (B). Ogni lato lungo si può a sua volta far diventare il alto lungo di un rettangolo aureo sfruttando il rapporto 1:1,618 (C)
  2. La Regola dei Terzi
    È un metodo classico utilizzato dai fotografi (ma anche dai pittori) per la creazione di composizioni interessanti. Ovviamente può essere applicata a tutte le discipline grafiche ed al design. La regola dei terzi può servire per creare punti focali per guidare la disposizione degli elementi più interessanti.
    Un’applicazione pratica di questo principio regola la disposizione delle barre di navigazione in alto e a sinistra, in gran parte dei siti web oppure la tendenza a posizionare il logo in alto a sinistra.
  3. Il centro visivo 
    Non coincide con il centro matematico dell’immagine o del layout, ma con un punto posto leggermente più in altro e a destra. In fotografia il centro visivo costituisce un centro focale attivo, da sfruttare

Ed ecco le basi per una corretta composizione dell’immagine. Seguile e fammi sapere come ti sei trovato, però ricorda che uno scatto fotografico è ben riuscito quando è significativo ed emoziona, non solo agli occhi di chi l’ha realizzato ma anche a quelli di un estraneo.

Credi ti possano essere utili queste regole? Fammi sapere cosa ne pensi, lasciami un commento, grazie :)

Composizione-dell’immagine-fotografica-infografica


7 Comments

Andrea Mariani says:

23/10/2014 at 12:18

Articolo molto utile ed interessante. Complimenti per l’ Infografica :)

Reply

Vanessa says:

23/10/2014 at 12:47

Andrea grazie infinite: Felice che ti sia piaciuto

Reply

Vanessa says:

23/10/2014 at 12:45

Andrea grazie infinite. Felice che ti sia piaciuto

Reply

DANIELE says:

16/06/2015 at 10:55

OTTIMO SEMPLICE E UTILE COMPLIMENTI

Reply

Vanessa Vidale says:

16/06/2015 at 11:00

Ciao Daniele. Grazie sono contenta che possa essere utile :D

Reply

Ruggero says:

07/05/2018 at 8:03

Articolo molto utile e soprattutto chiaro.

Reply

Vanessa Vidale says:

07/05/2018 at 10:43

Ruggero, grazie mille :) Gentilissimo. Felice che sia tutto chiaro. È per me importantissimo risultare chiara.

Reply

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.